A cura di Luisa Taliento

L’Onu ha dichiarato il 2017 come Anno Internazionale del Turismo Sostenibile, un argomento a cui gli italiani sono sempre più sensibili. Secondo il rapporto della Fondazione Univerde, infatti, il 42% dei nostri connazionali prima di scegliere una struttura turistica s’informa per conoscerne la sostenibilità e il 75% utilizza Internet per questo tipo di ricerca. Un’attenzione che ha fatto crescere anche in Italia il numero delle strutture costruite in modo ecologico, attente all’ambiente e alla salvaguardia delle risorse naturali. Ecco quelle da non perdere.

 

ALTO ADIGE: ECO-CHALET
SUL LAGHETTO

casa-sugli-alberi-800px

 

Il San Luis Private Retreat Hotel & Lodges si trova sull’altipiano di Avelengo, sopra la città di Merano (sanluis-hotel.com) Si raggiunge attraverso una strada privata nel bosco e, all’arrivo, appare lo spettacolo di chalet che si specchiano nel laghetto e di casette da fiaba nascoste nel parco alpino, sospese su pali di legno a 5-10 metri da terra, per offrire un contatto unico con la natura. Sono costruite secondo i dettami della bio-architettura, con legno Mondholz lavorato seguendo i cicli lunari per mantenere le proprietà di resistenza e l’energia positiva. Le pareti sono in argilla, i pavimenti in ardesia, e non sono stati utilizzati metalli, né chiodi o viti di ferro. Il riscaldamento è a cippato e trucioli, ricavati dal bosco, e l’orto biologico produce verdure ed erbe aromatiche, che poi sono utilizzate in cucina e nei trattamenti della Spa.

 

TOSCANA:
NEL PODERE PREMIATO

3-Gazebo-800

 

3-Quercia1-800

L’Agriturismo Sant’Egle è immerso nella bella campagna grossetana (agriturismobiologicotoscana.it). Un tempo era una dogana che nel Seicento serviva come punto di ristoro ai viandanti che passavano il confine tra lo Stato Pontificio e il Granducato di Toscana. Oggi è stato trasformato in una struttura ecocompatibile, premiata dal WWF come il migliore agriturismo italiano per sostenibilità e conservazione di biodiversità. Può ospitare solo 18 persone che hanno a disposizione camere spaziose, piscina con acqua purificata con un filtro a sale integrale dell’Oasi WWF di Trapani, e amache di tessuto posizionate tra gli alberi, ideali per una siesta pomeridiana. Non mancano corsi per imparare a fare il formaggio, il pane, i dolci con i lievito madre, imparare a coltivare lo zafferano o diventare un esperto di agricoltura sinergica, ovvero l’arte di coltivare lasciando fare alla terra, con lezioni che si svolgono nell’orto biologico.

 

MARCHE: UN ANGOLO
DI GIAPPONE

5-DPP07DA0308150144-800

 

WabiSabi Culture è un ryokan, ovvero una tradizionale locanda in stile giapponese a San Genesio, tra i Monti Sibillini (wabisabiculture.org). Ricavata dal bio-restauro di tre casali di pietra, si presenta con le classiche porte scorrevoli che svelano rilassanti visioni del bosco che cambia colori e forme con le stagioni, ma anche con il semplice trascorrere delle ore. I fiori del giardino zen sono raccolti dalla proprietaria, per realizzare le Tsuki, lanterne che regalano un tocco di spiritualità e illuminano i tatami in paglia di riso su cui si dorme. Il tempo trascorre con lentezza tra bagni aromaterapici giapponesi nella vasca di legno di Inoki della valle di Kiso, meditazione zen sul respiro, corsi per imparare l’arte della cerimonia del tè. Oltre a passeggiate tra i vialetti di ghiaia per raggiungere il laghetto dove nuotano le carpe koi.

 

SARDEGNA:
NELL’ORTO-HOTEL

4-agnata-notturno-800

 

L’Agnata di De Andrè è stata un tempo la dimora di Fabrizio De Andrè e della moglie Dori Ghezzi (agnata.com).  Oggi è un boutique hotel con la facciata interamente ricoperta dalla vite canadese, un benvenuto ecologico agli ospiti che possono soggiornare in questo “stazzu”, un antico casale di pastori, nel cuore di una tenuta di centocinquanta ettari. Un paradiso verde con coltivazioni, orto, giardino disegnato dal cantautore e dieci camere che portano i nomi di piante e fiori. Per gli ospiti cucina preparata con ingredienti a chilometro zero e un programma di escursioni a piedi e in mountain bike alla scoperta dell’entroterra della Gallura.