Grazie a lei ci siamo rilassati dopo intense giornate di lavoro, scaldati nelle fredde giornate d’ inverno, purificati fino in fondo….Grazie a lei, la nostra personale sauna finlandese!

Giunti alla fine dell’ inverno e alle prese con le pulizie di primavera forse molti di noi si sono resi conto di non essersi mai presi cura della propria sauna.

 

Come va pulita una sauna? E’ necessaria una cura periodica per mantenerla sempre bella? Non avendola mai pulita c’è il rischio di prolificazione di germi?

Innanzitutto occorre ricordare che le temperature a cui si effettua la sauna sono molto elevate. Questo permette la naturale disinfezione dell’ ambiente sauna,  poiché il calore uccide gran parte dei germi che potrebbero prolificare all’ interno, quindi dal punto di vista dell’ igiene non è necessaria una pulizia continua ma solamente periodica.

 

Inoltre è molto importante usare correttamente la sauna: per mantenere la bellezza del legno interno di cui è fatto l’ ambiente sauna infatti, è essenziale, mentre facciamo la sauna, l’ utilizzo dell’ asciugamano da posizionare tra il nostro corpo e il legno stesso. Questo al fine si proteggerlo da macchie dovute alla presenza sul nostro corpo di unguenti, pomate o  profumi  che col sudore potrebbero colare sui sedili.

 

Ma veniamo alla pulizia: si parte di solito con la rimozione dei capelli o di particelle di pelle che possono essere spazzate via sia dalle panche sia dal pavimento, che normalmente è estraibile  proprio per permetterne  una più agevole pulizia.

Se il legno non è macchiato, la cabina si può pulire semplicemente con una spugna o un  panno umido leggermente imbevuto con una soluzione molto diluita di acqua e sapone. L’ importante è non utilizzare mai dei detergenti chimici che poi a contatto con il calore d’ esercizio della sauna potrebbero emettere fumi tossici (ad esempio l’ ammoniaca). Una volta pulite le superfici in legno occorre ripassare con un panno leggermente imbevuto di acqua fredda per “risciacquare” il tutto.

Se invece sono presenti macchie si può tentarne la rimozione in modo molto delicato con della carta vetrata.

 

In alternativa esistono in commercio dei detergenti specifici per la disinfezione, la pulizia e la cura della cabina sauna.

Questi possono prevedere delle soluzioni detergenti, delle carte abrasive, o dell’ olio di paraffina, utile dopo alcuni anni di utilizzo della sauna per rigenerare il legno evitando che possa assorbire i liquidi corporei o che possa iscurire perché attaccato da muffe.

 

Per quanto riguarda le superfici esterne spesso è sufficiente rimuovere la polvere con un panno leggermente umido, mentre le superfici vetrate si detergono come d’ abitudine.

 

La pulizia periodica della sauna è quindi molto semplice e veloce, e aiuta a preservare la sua, e quindi anche la nostra bellezza!!!.